E’ primavera…(?)

C’era una canzone che cantava così: “E’ primavera, svegliatevi bambine…!”…

ma io con questo freddo, vento, acqua, neve (….neve?!?!?!?!?! ) non è che me sia molto accorta,eh!

Proprio ieri sera, festeggiando la mia da poco conseguita laurea ( quindi, per favore, da oggi chiamatemi solo DOTTORESSA, prego! 😉  ) con una mia amica, le dicevo: ” e dai che tra 10 gg. è primavera!”

E lei mi ha risposto” no, guarda che veramente domani è primavera!”

Allora vi dico come ero vestita: piumino d’oca, guanti e sciarpa di lana, scarpe antipioggia, mini-ombrello in tasca e giacchina di lana sotto il piumino, oltre a un paio di magliette di cotone.

Va bene che io di solito esagero nel coprirmi, ma qua ( Roma) fa un freddo boia davvero!

Non so dalle vostre parti ma qui tira un vento ( bhè, almeno il cielo è limpido) che tocca camminare con le scarpe chiodate per non spiccare il volo.

Ieri è cominciato un programma intitolato “L’era glaciale” e stasera ci fanno pure un film…ma non è che ci stiamo confondendo e siamo convinti che sia arrivato l’inverno???

Dirò la verità: per me poco male, anzi, bene che faccia freddo: da qualche mese a questa parte, essendo ingrassata piuttosto abbondantemente e vergognandomene abbastanza ( ero un ex agonista di nuoto fino a 3 anni fa, figuratevi un po’), andare in giro coperta non dispiace…tuttavia, psicologicamente intendo ( ma anche fisicamente ), è destabilizzante, almeno per me, sapere che oggi è primavera, girare la testa verso sinistra, guardare fuori dalla finestra, e vedere un vento gelido che piega le antenne dei palazzi.

E a noi, qui a Roma, ci sta andando fin troppo bene, perché so che nel resto d’Italia sta facendo molto peggio.

Non partirò con tutta la solita retorica del ” non ci sono più le mezze stagioni, che la colpa è la nostra, che prima o poi ci sarà un’unica stagione per tutto l’anno, i ghiacciai si scioglieranno definitivamente, il buco dell’ozono ci inghiottirà tutti inesorabilmente e che non rimarrà più un albero in piedi su tutta la faccia della terra…”

No, non farò questa filippica.

Mi chiedo solo, e a questo invece sarei veramente interessata, se nei vostri cuori la primavera sia arrivata: primavera intesa come serenità, speranza, gioia, tranquillità, pace.

Ieri parlavo col trattore dal quale sono andata a mangiare e lui, come tutti quelli che ho sentito da almeno 4 mesi a questa parte, diceva: “guarda che il peggio della crisi deve ancora arrivare, siamo ancora all’inizio: io sto cercando di risparmiare il più possibile tagliando i costi come posso e facendo tutto ciò che è nelle mie possibilità per mantenere in piedi la baracca e mi dispiace dirtelo ma…chi pagherà la crisi per primi sarete proprio voi giovani e gli anziani…”

Mi sono affrettata a dargli il numero di telefono per fare la cameriera nel caso ne avesse bisogno.

Ieri era venerdì sera e il locale era vuoto: c’eravamo esattamente soltanto io e la mia amica in tutta la sala, tranne due coppie, che hanno mangiato qualcosa e che se ne sono poi subito andate.

Figurarsi che nel pomeriggio mi ero anche premurata di riservare il tavolo per la sera, visto che avevo pensato che vi fosse la solita folla come ero abituata a vedere in quel locale.

Bell’anno questo per laurearsi, bell’anno per cercare lavoro, bell’anno per fare dei progetti futuri, bell’anno per far nascere un figlio.

Ma non voglio essere pessimista come al mio solito ( sto cercando di invertire questo trend, altrimenti sarei passibile di spararmi in fronte un giorno sì e l’altro pure ) e voglio pensare che dopo aver stretto un po’ i denti ( e dopo che tutti i ladri che hanno in mano i nostri soldi si mettano una mano sulla coscienza e li ridistribuiscano a livello mondiale equamente ), ne usciremo fuori come siamo usciti dalla crisi del ’29 e da quella del secondo dopoguerra.

Altrimenti, ottimisticamente parlando, come mi ha detto la mia amica stanotte dopo avermi riaccompagnato a casa ed esserci fatte 4 chiacchiere, potrebbe scoppiare la 3° guerra mondiale.

Ah ah ah ( risata isterica, nonché nevrotica ): la 3° guerra mondiale????

L’anno prossimo devo ( vorrei ) sposarmi: se qualcuno ha in mente di far scoppiare la 3° guerra mondiale, mi contatti in privato, prego, che disdico il contratto che ho firmato con la villa e il servizio di banqueting che dovrà allestire il ricevimento.

Ma sdrammatizziamo e cantiamo, almeno oggi che è primavera, dai: almeno oggi, cerchiamo di dire: “Ma chissenefrega!”

http://www.youtube.com/watch?v=gp6pRHGvPG4&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=qRr7Wdr8Skw

http://www.youtube.com/watch?v=SA8dRhmIZ7E&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=RnwuF-MCRuo&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=qmxFAT581T4

http://www.youtube.com/watch?v=5bkwitqwdBc&feature=related

Fiori sul bordo

E come al solito aggiungo una mia foto…

Pensierimmagini

Annunci

9 commenti su “E’ primavera…(?)

  1. Pingback: E’ primavera… (?) « Alessandro Gaziano’s Blog

  2. ti ringrazio per la pubblicazione del pezzo, come al solito sei sempre pronto e gentile e devo dire che la foto che hai aggiunto è fantastica, favolosa….anzi, se me la mandi tramite e-mail in un formato più grande me la metto come screen saver….è di una bellezza e di una semplicità incantevoli.

    bravo,come al solito. 😉

  3. Si, credo di pensarla come il “trattore”… il peggio deve ancora arrivare; ma non sto parlando solo di economia, ma anche di politica (e mi si perdoni la diversione). Stiamo assistendo ad una progressiva riduzione della libertà, impercettibile ma costante, che limità l’espressione nostra e al di fuori di noi. Paradossalmente ci sono migliaia di modi per esprimersi: ognuno ha il suo BLOG, ognuno scrive… ognuno di per sé lancia un grido, un proclama. Ma si tratta appunto di migliaia di grida isolate che nessuno sente. Quello che manca è che il grido diventi comune, che la ribellione divenga totale. Se la sono studiata bene i nostri governanti, già dall’epoca dei romani. “Dividi et impera” era il loro motto. Oggi più che mai attuale!
    un caro saluto.

  4. bhè, caro Sandro, non so che dire e neanche che fare: non so come potrebbero diventare comuni tutte queste voci,cioè,non so come poterle mettere tutte assieme e farci sentire.

    comunque già che su internet ognuno ( ancora) sia più o meno libero di dire ciò che vuole è già un bene.

    non m’intendo di facebook e non mi piace farne parte ma so che si possono creare anche grandi community attraverso le quali mettersi insieme e protestare contro qualcosa o qualcuno.

    almeno è questo che ho sentito dire.

    e siccome facebook è uno strumento mondiale, voglio dire, potrebbe essere potenzialmente molto potente. ( anche se io, e alessandro lo sa, preferisco sempre schierarmi di persona piuttosto che fare petizioni o proteste virtuali)

    smentitemi se non è così riguardo a facebook.
    questa è la prima cosa che mi è venuta in mente.

    intanto, riguardo alla possibilità di protestare,mi vengono in mente queste canzoni, che ora aggiungo qui, che mi piacciono davvero molto:

    ciao 😉

  5. Mah su Facebook come strumento di protesta ci credo poco… viene utilizzato più per giocarci, per cazzeggiare… io personalmente lo usi per due motivi: incontrarmi con persone che non riesco a vedere/sentire sempre e farmi un po’ di pubblicità al blog/foto…
    Ma Facebook è troppo “controllato” dal punto di vista della protesta…ho visto gruppi sparire da un giorno all’altro senza un vero motivo…
    Cmq provarci non fa mai male.. 😉

  6. ah guarda, tu sai quanto io sia avversa a queste situazioni virtuali ( tranne qualche articolo che scrivo qui): praticamente non frequento più niente ( nè fora,nè chat,nè blog, a parte questo) perchè sono proprio contraria a questo tipo di non-relazioni.

    e poi perchè ne ho tanto abusato in passato che ora ne ho la nausea.

    figurati che non controllo manco la posta elettronica certi giorni e tra spam, pubblicità e offerte di lavoro/stage,corsi e cavoli vari, certe volte ho la casella intasata: faccio tabula rasa e cancello tutto.

    poi ultimamente colta da una folle ( ma ti dico proprio folle da pazzi,eh,non una robbetta così) gelosia nei confronti del mio ragazzo che mi ha sparato a freddo di far parte di facebook (quando fino ad un anno fa non sapeva accendere neanche un pc) allora lì è scoppiata la guerra…e ti assicurao che non è piacevole vedermi incavolata: riesco a dire e fare di tutto.

    Per fortuna ancora non ho ancora fatto del male a nessuno: riesco a trattenermi e capire che far male fisicamente ad una persona è una cosa orribile, soprattutto quando il male sta dentro di me, cioè dentro ai miei occhi; quello magari davvero andava lì per cazzeggiare.

    Certo, anche a parole non è bello insultare le persone e cerco di controllarmi ma quando parto per la tangente…comunque nel tempo sono migliorata,ti assicuro,mi avessi conosciuta 7 anni fa ero una belva, diffidente e sospettosa anche dell’aria che respirava.

    ma dovrei raccontare cose qui del mio passato che certamente non renderò pubbliche, quindi insomma, è comprensibile se non mi capite e se non capite certe mie reazioni.

    comunque ho pensato a facebook come strumento di protesta perchè l’ho sentita dire da lui questa cosa ma non volendone sapere niente, non ho approfondito.

    c’è un tempo di me*** qui a roma e così, per rallegrarci la giornata, io metto questa canzone:

    http://www.youtube.com/watch?v=fAhSf4NKeLA&feature=related 😉

  7. bhè, è l’unico blog dove IO mi senta onorata di scrivere ( oltre a qualche post ogni tanto sullo xyzforum ma neanche più di tanto perchè là ho deciso di non postare più per motivi che poi magari ti dirò) 😉

    tiè, guarda che carina questa prima di cena: 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...